"Accostarsi alle opere di Staniscia chiede un lento calarsi nel mondo dell’autore e l’abbandono profondo alla sua poetica.
Occorre del tempo: l’espressione non si concede allo sguardo distratto di visitatori affrettati.
Il messaggio di ogni sua opera non è mai manifesto come nella rappresentazione paesaggistica, va oltre la superficie del supporto, richiede l’ascolto fermo del fruitore.  
                                                                                                        

Barbara Maria Pibiri

Docente e Corrispondente giornalistico