" L' Arte diventa, con Staniscia, la leva per frammentare, mischiare, sovrapporre e frullare, quasi per raccontare la disgregazio­ne contemporanea dell'uomo. Con ovvie citazioni dal model­lo metafisico di De Chirico. 

L'itinerario che condu­ce a questa arte è lungo:  le sue radici nella psicanalisi e in Pirandello, nell'inconscio; poi il nutrimento delle accele­razioni /giro di vite che i "tempi modernissimi" impongono al ritmo, talora da vertigine, della nostra esistenza."

DISATTIVARE L'AUDIO NELLA BARRA DEI MENU  IN ALTO E IMPOSTARE

LA QUALITA' DEL VIDEO SU HD PER UNA VISIONE OTTIMALE